Utente: ricordami
Parola d'ordine:
Registrati Regolamento Istruzioni
  ricerca avanzata

Filippo Speranza

elenco delle persone dietro alle monete

Filippo Speranza corrisponde alle seguenti sigle che si possono trovare sulle monete: S

Nasce a San Martino al Cimino, borgata del Viterbese, nel 1839. A Roma impara l'arte dell'incisione da Paolo Mercuri.

Ancora sotto il governo pontificio riesce ad entrare nelloo studio di incisione della zecca pontificia. Lavora con Speranza, Zaccagnini, Bianchi, Voigt, Moscetti e altri.

Già nel 1867 disegna e incide la medaglia conferita da Pio IX ai benemeriti per l'epidemia di colera del 1866 e l'inconsueto pezzo da 2 lire e 1/2. Sono solo i primi passi che lo portano alla posizione di incisore-capo della zecca romana; ufficio che mantiene fino alla sua morte.

Infatti, anche quando la zecca di Roma diventa la zecca unica del Regno d'Italia assorbendo il lavoro di altre zecche, Filippo Speranza rimane l'unico incisore ad apporre il suo nome sulle monete di Re Umberto I e Vittorio Emanuele III.

Nel 1878 ha già pronto una prova di scudo che sostituirebbe il modello del Ferraris. Tuttavia la morte di Vittoriuo Emanuele II manda a monte il progetto che viene in parte riutilizzato per una medaglia commemorativa del primo Re d'Italia.

Muore il 7 dicembre 1903 a soli 64 anni di età.


Powered by NumisWeb 7.7.1    Utenti online in tutti i cataloghi:
Ultimo utente iscritto valeluca68, lunedì 21 agosto 2017 alle ore 17:17
Tutti i testi sono disponibili nel rispetto dei termini della licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo.
note
Questo catalogo è un'iniziativa del forum laMoneta.it
Se hai apprezzato questo sito, lascia un messaggio nel nostro registro delle visite!
Tutti i diritti delle immagini appartengono ai relativi autori e l'utilizzo al di fuori di questo sito web è vietato senza esplicita concessione.

Collegamenti ->auctionsniper ->cartamonetaitaliana.it ->PayPal ->Rolls Razor

Pagina generata in 0.242 secondi, numero di query al DB: 77 (218.729496 ms)
Pagina proveniente da https://numismatica-italiana.lamoneta.it