Warning: only part of the site is available in the selected languageen
User: ricordami
Password:
Register Rules Instructions
  advanced search

Quattrino con identificazione della moneta originaria

NumismaticaZecche ItalianeMarcheAscoliAlessandro VI, papa (1492-1503)
<< Quattrino  

Comments
Quattrino con identificazione della moneta originaria (Moneta)
click on images to enlarge
ObverseReverse
ALEXA VI PO MA

Stemma ottagono sormontato da chiavi decessate e da tiara.

rosetta a 5 petali DE ASCVLO

Stemma della città di Ascoli (una porta a doppio arco, sormontato da castello con cinque finestre arcate e due torri, quella di sinistra merlata e quella di destra coperta da tetto; tra le torri una cinta merlata con al centro stella a 6 raggi).

Nominal: 1 Quattrino
Material: Cu
Diameter: 18-20 mm
Massa: 0.98-2.45 g
Period Cod Mint Rarity Images
undated 1  W-ASCAVI/6-1AscoliC
undated 2  W-ASCAVI/6-2AscoliC
undated 3  W-ASCAVI/6-3AscoliR
undated 4  W-ASCAVI/6-4AscoliR
1 quattrino ribattuto su cavallo di Ferdinando I d'Aragona, della zecca di Napoli.
2 quattrino ribattuto su cavallo di Ferdinando I d'Aragona, della zecca de L' Aquila.
3 quattrino ribattuto su cavallo di Carlo VIII, della zecca de L' Aquila.
4 quattrino ribattuto su cavallo del papa Innocenzo VIII, della zecca de L' Aquila.
Il Muntoni indica correttamente il valore nominale in un quattrino, mentre il CNI (ripreso poi dal Mazza e dal Biaggi) avevano indicato un doppio quattrino.

Il quattrino di Alessandro VI è la moneta piú comune della zecca di Ascoli (nonostante il Biaggi abbia indicato una rarità R2).

La zecca di Ascoli utilizzò nella battitura diversi cavalli del Regno di Sicilia, in particolar modo quelli di Ferdinando I d'Aragona (della zecca sia di Napoli sia de L' Aquila), probabilmente per l'abbondanza di monete di rame che provenivano dai territori confinanti a sud della città di Ascoli. Tracce di ribattitura anche lievi e/o di minore entità sono presenti in gran parte dei quattrini: fare una distinzione netta tra monete ribattute e non ribattute è impossibile. Nella scheda precedente sono state censite le diverse varianti (di globetti e di punti) riportate da monete con assenza di doppia battitura (per una corretta lettura della legenda). In questa scheda sono state censite le tipologie di monete originarie (quelle identificabili) prima della seconda battitura da parte della zecca di Ascoli. E quindi inutile cercare di censire le diverse varianti di lettere o di punti in quanto ogni moneta ribattuta (nella totale casualità) è unica nel suo genere e non codificabile come tipo.

Powered by NumisWeb 8.0.0    Online users in all catalogs:
Ultimo utente iscritto Ducci0, Tuesday 18 June at 09:05
Tutti i testi sono disponibili nel rispetto dei termini della licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo.
note
Questo catalogo è un'iniziativa del forum laMoneta.it
Se hai apprezzato questo sito, lascia un messaggio nel nostro registro delle visite!
Tutti i diritti delle immagini appartengono ai relativi autori e l'utilizzo al di fuori di questo sito web è vietato senza esplicita concessione.

This page was generated in 0.226 seconds, number of DB queries: 21 (6.662607 ms)
Page from https://numismatica-italiana.lamoneta.it