Warning: only part of the site is available in the selected languageen
User: ricordami
Password:
Register Rules Instructions
  advanced search

Serie divisionale 1977

NumismaticaStati italianiRepubblica di San Marinomonetazione secondo novecentoDivisionali
<< Serie divisionale 1976   Serie divisionale 1978 >>

Comments
Serie divisionale 1977 (Divisionale)
click on images to enlarge
DECRETO 7 aprile 1977, n. 14 (pubblicato nell'albo del Pubblico Palazzo in data 19 aprile 1977)

Decreto che autorizza la coniazione e la messa in circolazione delle monete d'argento, di acmonital, di bronzital e di italma di conio millesimo 1977.

Noi Capitani Reggenti

la Serenissima Repubblica di San Marino

Vista la Convenzione Monetaria 10 Settembre 1971 tra la Repubblica di San Marino e la repubblica Italiana;

Vista la delibera del Congresso di Stato in data 7 aprile 1977;

ValendoCi delle facoltà concesseCi dal Consiglio Grande e Generale nella Sua Tornata del 2 Marzo 1972;

Decretiamo, promulghiamo e mandiamo a pubblicare:

Art. 1

E' autorizzata la coniazione di monete d'argento, di acmonital, di bronzital e di italma della Repubblica, conio 1977, per l'ammontare complessivo nominale di lire 400.000.000 (quattrocentomilioni).

Art. 2

Le monete di cui è autorizzata la coniazione sono opera degli scultori Jorio Vivarelli che ha sviluppato, nella serie ordinaria, un concreto "discorso" sul tema ecologico, cioè sulla salvaguardia degli equilibri naturali della Terra, volendo l'emissione costituire un grido d'allarme che la Repubblica di San Marino rivolge ai Popoli della Terra per la salvaguardia del Pianeta, e di Bino Bini che ha riprodotto sul "diritto" della speciale moneta d'argento da L. 1.000 l'effige di Filippo Brunelleschi, Architetto Fiorentino, a commemorazione del VI centenario della nascita, e sul "rovescio" un momento delle costruzione della cupola di S. Maria del Fiore di Firenze.

I nomi dei due scultori, assieme al nome dell'incisore della Zecca di Roma Monassi, sono incisi nelle rispettive monete.

Art. 3

Le monete di cui all'articolo 1, aventi potere liberatorio in San Marino e nella Repubblica Italiana, rappresentano i soggetti appresso descritti:

- L. 1 - Italma, peso legale grammi 0,625, diametro 17,2 millimetri, bordo liscio. Esemplari coniati n. 1.180.000 (unmilionecentottantamila).

RECTO: "Stemma della Repubblica stilizzato con le tre torri in evidenza". A semicerchio dello stemma la scritta "repubblica di San Marino". - Alla base dello stemma il millesimo 1977, la dicitura L. 1 e la sigla F.A.O..

VERSO: IL VERDE MANTO DELLA TERRA - Il globo nella sua intatta, feconda, lussureggiante veste, immerso nel grande oceano di stelle che lo circonda. La moneta è dedicata alla F.A.O.

- L. 2 - Italma, peso legale grammi 0,80 diametro 18,3 millimetri, bordo zigrinato, Esemplari, coniati n. 180.000 (centottantamila).

RECTO: "Stemma della Repubblica stilizzato come la moneta da L. 1" e la dicitura L. 2.

VERSO: LE AZZURRE PROFONDITÁ' DEL MARE - La vastità dei mari che custodiscono nelle loro purissime profondità tanta parte della avita che arrichisce il nostro pianeta.

- L. 5 - Italma, peso legale grammi 1,00, diametro 20,2 millimetri, bordo liscio. Esemplari coniati 180.000 (centottantamila).

RECTO: "Stemma ella Repubblica stilizzato come la moneta da L. 1" e la dicitura L. 5.

VERSO: LA LIMPIDA TRASPARENZA DEI CIELI - Nell'atmosfera che circonda la Terra soffusa di luce e vivificata da innumerevoli stelle è l'ossigeno, presupposto indispensabile di vita per tutte le creature.

- L. 10 - Italma peso legale 1,60, diametro 23,3 millimetri, bordo liscio. Esemplari coniati n. 180.000 (centottantamila).

RECTO: "Stemma della Repubblica stilizzato come la moneta da L. 1" e la dicitura L. 10.

VERSO: L'OMBRA DEI VELENI DELLO UOMO. La necessitò di maggior produzione accoppiata alla logica del profitto consigliano il ricorso ai preparati chimici che avvelenano la Terra.

- L. 20 - Bronzital, peso legale grammi 3,60, dimetro 21,3 millimetri, bordo liscio. Esemplari coniati n. 180.000 (centottantamila).

RECTO: "Stemma della Repubblica stilizzato come la moneta da L. 1" e la dicitura L. 20.

VERSO. L'IMPRONTA DEGLI INSETTICIDI DELL'UOMO - Il contendere spazio e possibilità di vita agli insetti ha portato alla loro distruzione nella prospettiva che i raccolti fossero preservati per l'uomo e per la sua fame.

- L. 50 - Acmonital, perso legale grammi 6,25, diametro 24,6 millimetri, bordo zigrinato. Esemplari coniati n. 180.000 (centottantamila).

RECTO. "Stemma della repubblica stilizzato come la moneta da L. 1" e la dicitura L. 50.

VERSO: LE DISINFESTAZIONI AEREE DELL'UOMO - Se alcuno osa contendere allo uomo le sue realizzazioni, egli le difende affermando la sua presenza orgogliosa col serrare nel suo pugno anche i cieli.

- L. 100 - Acmonital, peso legale grammi 8, diametro 27,8 millimetri, bordo zigrinato. Esemplari coniati n. 565.800 (cinquecentosessantacinquemilaottocento).

1° soggetto RECTO: "Stemma della Repubblica stilizzato come la moneta da L. 1" e la dicitura L. 100.

VERSO: LA CREATURA AFFONDA NELLE ACQUE AVVELENATE - Non piu' il lampo argenteo dei pesci, non piu' la ricchezza del plancton, non piu' la vita nelle acque opache.

- L. 100 - Acmonital peso legale grammi 8, dimetro 27,8 millimetri, bordo zigrinato. Esemplari coniati n. 565.800 (cinquecentosessantacinquemilaottocento).

2° soggetto RECTO: "Stemma della Repubblica stilizzato come la moneta da L. 1" e la dicitura L. 100.

VERSO: LA TERRA FERITA DALL'INUTILE STRAGE - L'uso indiscriminato e soprattutto disordinato dei composti chimici ha alterato profondamente i rapporti di vita sul pianeta preordinandone la possibile fine.

- L. 500 - Argento 835/000, peso legale grammi 11, diametro 29,0 millimetri, esemplari coniati n. 180.000 (centottantamila).

RECTO: "Stemma della Repubblica stilizzato come la moneta da L. 1" e la dicitura L. 500.

VERSO: L'ELISIR DI MORTE NEI CIELI - Cade riversa dal cielo anche l'ultima creatura completando la rivolta di madre natura contro l'uomo inconscio artefice di morte.

BORDO: Le parole del testamento di Marino "RELINQUO VOS LIBEROS".

- L. 1000 - Argento 835/000, peso legale grammi 14,600, diametro 31,4 millimetri. Esemplari coniati n. 180.000 (centottantamila).

RECTO: Il ritratto di Filippo Brunelleschi, Architetto Fiorentino. - Sulla sinistra del soggetto le tre torri sormontate dalle penne simbolo ufficiale della Sovranità Statale. - Sul semicerchio superiore la scritta: FILIPPO DI SER BRUNELLESCO. - Alla base i millesimi 1377 - 1977.

VERSO: Rappresenta un momento della fabbrica della cupola di Santa Maria del Fiore di Firenze. - A semicerchio del soggetto la scritta: REPUBBLICA DI SAN MARINO - Alla base della composizione la dicitura: L. 1000.

BORDO: La scritta: VI° CENTENARIO NASCITA FILIPPO BRUNELLESCHI.

Art. 4

Le monete coniate ai sensi del presente decreto saranno poste in circolazione attraverso la Tesoreria di Stato a partire da 1° Settembre 1977.

Art. 5

Un contingente delle monete millesimo 1977, fior di conio, sarà riservato ai collezionisti e sarà venduto in speciale confezione a cura dell'Ufficio Numismatico di Stato.

Art. 6

Il presente decreto entra in vigore il giorno successivo a quello della sua pubblicazione.

Dato dalla Nostra Residenza, addí 13 aprile 1977-1676 destraF.R.

I CAPITANI REGGENTI

Alberto Lonfernini - Antonio Lazzaro Volpinari

IL SEGRETARIO DI STATO

PER GLI AFFARI INTERNI

Clara Boscaglia

Years Cod Mint Rarity Mintage Images
1977 W-SMRD/20-1RomaC180 000

Powered by NumisWeb 7.7.1    Online users in all catalogs:
Ultimo utente iscritto kukina, Thursday 22 August at 17:22
Tutti i testi sono disponibili nel rispetto dei termini della licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo.
note
Questo catalogo è un'iniziativa del forum laMoneta.it
Se hai apprezzato questo sito, lascia un messaggio nel nostro registro delle visite!
Tutti i diritti delle immagini appartengono ai relativi autori e l'utilizzo al di fuori di questo sito web è vietato senza esplicita concessione.

This page was generated in 0.043 seconds, number of DB queries: 36 (18.307924 ms)
Page from https://numismatica-italiana.lamoneta.it