Utente: ricordami
Parola d'ordine:
Registrati Regolamento Istruzioni
  ricerca avanzata

Amedeo Lavy

elenco delle persone dietro alle monete

Amedeo Lavy corrisponde alle seguenti sigle che si possono trovare sulle monete: AL

Amedeo Lavy fu un noto scultore e medaglista e ricoprí l'incarico di incisore capo della zecca di Torino. Nacque a Torino nel 1777 e morí nel 1864.

Era figlio di Lorenzo Lavy, incisore capo della zecca di Torino, che eseguí molti dei punzoni che dovevano servire per la coniazione di una serie di medaglie dedicata ai membri di casa Savoia e nota col nome di Storia metallica della Reale Casa di Savoia.

Amedeo si formò presso l'Accademia di Torino e a Roma presso Antonio Canova.

Il famoso marengo d'oro della Repubblica Subalpina è frutto del suo genio.

Suoi i conii della della Repubblica Piemontese del 1799 (1/2 e 1/4 di Scudo, della Repubblica Subalpina (oltre al marengo anche la moneta da 5 franchi).

Dopo la restaurazione del Regno di Sardegna mantenne l'incarico e fece i conii di Vittorio Emanuele I (1814-1821) e Carlo Felice (1821-1831).

Il suo nome è inciso sul banco piú antico della chiesa di San Bernardino di Castagnole Piemonte. La stessa chiesa ospita una statua in gesso della Madonna del 1829 che è sua opera, riproduzione di quella d'argento che sta alla Chiesa della Consolata di Torino. Sempre a Castagnole, alla chiesa di San Rocco due bassorilievi di marmo del 1811 sono custoditi in due cappelle laterali: uno rappresenta l'Immacolata che schiaccia la testa del serpente, mentre nell'altro è raffigurato San Luigi Gonzaga.

A Chieri Lavy possedeva una villa "La Commenda", ove furono murati i resti di un'iscrizione commemorativa monumentale dell'acquedotto romano di Chieri, trovati nel XVIII secolo.

Suoi i bassorilievi di stile neoclassico raffiguranti episodi napoleonici che si trovano Palazzina di Caccia di Stupinigi, nell'appartamento del Principe di Carignano.

I suoi lavori e composizioni sono ispirati al gusto neoclassico. Fu professore di conio all'Accademia di Belle Arti dal 1822.

Durante il periodo napoleonico fu apprezzato ritrattista, fu anche autore di una serie di medaglie celebrative di personalità del tempo


Powered by NumisWeb 7.7.1    Utenti online in tutti i cataloghi:
Ultimo utente iscritto Sigismondo, venerdì 18 agosto 2017 alle ore 02:25
Tutti i testi sono disponibili nel rispetto dei termini della licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo.
note
Questo catalogo è un'iniziativa del forum laMoneta.it
Se hai apprezzato questo sito, lascia un messaggio nel nostro registro delle visite!
Tutti i diritti delle immagini appartengono ai relativi autori e l'utilizzo al di fuori di questo sito web è vietato senza esplicita concessione.

Collegamenti ->auctionsniper ->cartamonetaitaliana.it ->PayPal ->Rolls Razor

Pagina generata in 0.105 secondi, numero di query al DB: 14 (94.660521 ms)
Pagina proveniente da https://numismatica-italiana.lamoneta.it