Utente: ricordami
Parola d'ordine:
Registrati Regolamento Istruzioni
  ricerca avanzata

Vittorio Amedeo II

<< Carlo Emanuele II Carlo Emanuele III >>
Vittorio Amedeo II primo re di Sardegna

Vittorio Amedeo II primo re di Sardegna
Figlio di Carlo Emanuele II e Giovanna Battista di Savoia Nemours nacque a Torino il 14 Maggio 1666 e quando, nel 1675 a soli nove anni, il padre morí salí al trono sotto la reggenza della madre che venne cosí chiamata "la seconda Madama Reale".

La madre mantenne la reggenza anche dopo la maggiore età del figlio e cercò in tutti i modi di impedire la sua salita al trono, che comunque avvenne il 14 Marzo del 1684 dopo una presa di posizione di Vittorio Amedeo.

Lo stesso anno si sposò con la nipote del re di Francia Anna d'Orléans da cui ebbe sei figli: Maria Adelaide (futura madre del re di Francia Luigi XV), Marianna (morta da piccola), Maria Luisa (futura regina di Spagna), Vittorio Amedeo (principe di piemonte), Carlo Emanuele (suo successore), Emanuele Filiberto (morto da piccolo).

Fu soprannominato "la Volpe" per la sua abilità nel districarsi tra accordi e repentini cambi di alleanze, tutta la sua vita politica fu un continuo passaggio da un fronte all'altro che gli permise, dopo la famosa vittoria di Torino del 1706 (si ricorda il sacrificio di Pietro Micca) e la campagna contro la Francia, di arrivare da vincitore al trattato di Utrecht, con cui ottenne il primo titolo regio di casa Savoia come re di Sicilia.

Sempre per problemi politici con la Spagna, si accordò successivamente al cambio della Sicilia con la Sardegna, era il 1718, essendo comunque essenziale per Vittorio Amedeo mantenere il titolo regio.

La sua tumultuosa vita ebbe una fine ingloriosa, dopo aver abdicato in favore del figlio nel 1730, si ritirò dalla vita politica e si spostò in Savoia ma, successivamente, tentò di riprendere il potere e Carlo Emanuele III fu costretto ad usare la forza e ad arrestare suo padre.

Vittorio Amedeo passò cosí gli ultimi anni di vita prima a Rivoli e poi, visto il peggiorare della sua salute, a Moncalieri, dove morí il 31 Ottobre 1732.

Vittorio Amedeo lasciò in eredità grandi riforme, la piú importante fu la creazione del primo catasto in Europa, e anche grandi opere architettoniche, fece infatti venire a Torino Filippo Juvarra, che progettò edifici come la basilica di Superga e la palazzina di caccia di Stupinigi.

La sua monetazione si può dividere in quattro parti: la reggenza della madre, il periodo ducale, il regno di Sicilia e il regno di Sardegna.


Indice

NumismaticaStati italianiCasa SavoiaVittorio Amedeo II

Categorie

178 monete per 74 tipi: colpo d'occhio, riepilogo, ultime immagini, ultime modifiche, ultimi passaggi inseriti

Per Zecca

Palermo Torino

Per Anno

1600
167516761677167816791680168116821683168416871688169016911692
16931694169516961697
1700
170017011704170517061707170817091710171117131714171517161717
17181719172217241725172617271730

Ultima modifica: giovedì 23 agosto 2007 alle ore 10:36, savoiardo
Powered by NumisWeb 7.7.1    Utenti online in tutti i cataloghi:
Ultimo utente iscritto Sandrin, domenica 24 settembre 2017 alle ore 22:50
Tutti i testi sono disponibili nel rispetto dei termini della licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo.
note
Questo catalogo è un'iniziativa del forum laMoneta.it
Se hai apprezzato questo sito, lascia un messaggio nel nostro registro delle visite!
Tutti i diritti delle immagini appartengono ai relativi autori e l'utilizzo al di fuori di questo sito web è vietato senza esplicita concessione.

Collegamenti ->auctionsniper ->cartamonetaitaliana.it ->PayPal ->Rolls Razor

Pagina generata in 1.159 secondi, numero di query al DB: 24 (1147.687435 ms)
Pagina proveniente da https://numismatica-italiana.lamoneta.it