Utente: ricordami
Parola d'ordine:
Registrati Regolamento Istruzioni
  ricerca avanzata

Cesare I Gonzaga

Ferrante II Gonzaga >>
CESARE I GONZAGA (1557-1575)

Successore designato di Ferrante I Gonzaga, nel 1558 dopo la morte del padre, fu nominato capitano generale delle truppe spagnole in Lombardia. Nel 1559 risale invece l'investitura ufficiale del feudo di Guastalla con diploma del 2 maggio da parte dell'imperatore Ferdinando I. Nel 1560 sposò Camilla Borromeo (figlia del conte di Arona e nipote di Papa Pio IV ma soprattutto sorella del futuro San Carlo Borromeo) la quale, permise a Cesare di allacciare importanti relazioni con personaggi ecclesiastici di primo piano. Nel 1560 Cesare visitò Roma soggiornandovi circa due anni ed entrando in contatto con nuovi e stimolanti ambienti culturali. Nel 1562 fece ritorno a Mantova, dove la sua piccola corte divenne il luogo di incontro di artisti e letterati che facevano a capo all' Accademia degli Invaghiti costituita nel novembre dello stesso anno. Nel 1563 con la successione di Guglielmo Gonzaga al Ducato mantovano, la convivenza nella stessa città di due forti personalità non poteva certo durare a lungo. Nel 1565 Cesare si trasferisce a Guastalla con tutta la sua corte. Nella sua nuova dimora, Cesare continuò una serie di interventi edilizi già intrapresi dal padre e volti a dare a Guastalla l'aspetto di una piccola capitale. Il 17 febbraio 1575 Cesare cessava prematuramente di vivere.

Quasi tutte le monete a nome di Cesare Gonzaga sono imitazioni o contraffazioni e si possono suddividere in due serie ben distinte, sia metrologicamente che stilisticamente, ma entrambe attribuibili alla gestione del Magnavacca.

La prima serie è composta da tipologie destinate alla circolazione locale o comunque nell'Italia settentrionale comprendente quindi lo scudo d'oro, il bianco al tipo di Bologna, il mezzo giulio tipo Modena, il 7 soldi tipo Mantova, il solino tipo Mantova, il soldo tipo Savoia e il sesino. Si tratta quindi di piccole e medie monete d'argento, in mistura o di puro rame destinate al commercio quotidiano.

La seconda serie invece, stilisticamente diversa, comprende monete in argento e in mistura destinate ai mercati svizzeri e imperiali.


Indice

NumismaticaZecche ItalianeEmilia RomagnaGuastallaCesare I Gonzaga

Per Moneta

17 monete per 14 tipi: colpo d'occhio, riepilogo, ultime immagini, ultime modifiche, ultimi passaggi inseriti

Per Zecca

Guastalla

Riferimenti

  1. AA.VV., Monete e medaglie di Mantova e dei Gonzaga-la collezione della B.A.M., Electa 1996/2002
  2. AA.VV. A CURA DI LUCIA TRAVAINI, Le zecche Italiane fino all'Unità, IPZS - 2011
  3. BELLESIA LORENZO, Ricerche su zecche emiliane 1 Guastalla, Numismatica Grigoli Suzzara, 1995
  4. BIGNOTTI LORENZO, Le zecche dei rami minori gonzagheschi, Numismatica Grigoli Suzzara, 1989
  5. MAGNAGUTI ALESSANDRO, Ex nummis historia, vol VIII - I Gonzaga nelle loro monete e nelle loro medaglie, Roma, 1961
  6. VARESI A., Monete Italiane Regionali - Emilia, Pavia 1998

Ultima modifica: venerdì 15 luglio 2011 alle ore 10:24, Paolino67
Powered by NumisWeb 7.7.1    Utenti online in tutti i cataloghi:
Ultimo utente iscritto Galahad, martedì 21 novembre 2017 alle ore 13:16
Tutti i testi sono disponibili nel rispetto dei termini della licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo.
note
Questo catalogo è un'iniziativa del forum laMoneta.it
Se hai apprezzato questo sito, lascia un messaggio nel nostro registro delle visite!
Tutti i diritti delle immagini appartengono ai relativi autori e l'utilizzo al di fuori di questo sito web è vietato senza esplicita concessione.

Collegamenti ->auctionsniper ->cartamonetaitaliana.it ->PayPal ->Rolls Razor

Pagina generata in 0.791 secondi, numero di query al DB: 31 (777.001381 ms)
Pagina proveniente da https://numismatica-italiana.lamoneta.it